10 gennaio 2012

Cake ai datteri
Date loaf



Ecco una delle cose che amo di più: i datteri. Adoro in particolare quelli al naturale, cioè quelli che se li tocchi con le dita non ti rimangono appiccicate, quelli che vengono venduti ancora attaccati al loro rametto, quello vero, non quello finto, di plastica bianca, quelli che se cerchi gli ingredienti non li trovi perché sono solo datteri al 100%, senza conservanti. E visto che li amo tanto ho pensato di metterli in un dolce.


Complice anche una super offerta pre-natalizia, avevo fatto la scorta di datteri al naturale. Del resto, sono sani e ricchi di ferro e magnesio. Niente male. E poi a Natale la frutta secca non deve mai mancare, giusto? Ok, ma se poi il Natale finisce e i datteri sono ancora lì bisogna assolutamente trovare qualche ricetta per smaltire gli esuberi.

Questo cake è morbido, umido al punto giusto e sa di… datteri (ma va???) Perfetto per la colazione o per la merenda.



Cake ai datteri


Ingredienti:
250 g. di datteri al naturale snocciolati e tagliati a pezzi
250 g. di latte
2 cucchiai di whisky
100 g. di burro morbido
115 g. di zucchero di canna
2 uova a temperatura ambiente
1 pizzico di sale
8 g. di lievito per dolci (1/2 bustina)
200 g. di farina 00

Mettere i datteri a macerare per una notte con il latte e il whisky.
Montare il burro e lo zucchero e il sale per 5 minuti quindi aggiungere un uovo alla volta.
Setacciare farina e lievito e incorporare al composto di burro alternandolo con i datteri.
Versare l'impasto in uno stampo da cake, imburrato e infarinato o foderato con carta forno, e infornare a 180 gradi per 50 minuti circa.



Con questa ricetta ho partecipato al concorso di Benedetta





21 commenti:

  1. Adoro i datteri e credo che quel pluncake sia davvero ottimo, ciao.

    RispondiElimina
  2. anche a me piaccion di più quelli al naturale, e ho sempre voluto farci una cake come questa ma non ci penso mai!! mannaggiaaaa!!! sembra deliziosa ^_^

    RispondiElimina
  3. Stupendo!!!! anche io farei pazzie per i datteri, quindi morirei per questo cake. Stupendo!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Un frutto poco usato
    immagino però che buon sapore dolce deve dare a questo cake, ciao

    RispondiElimina
  5. Se ti piacciono i datteri allora dovresti venire dalle mie parti ;-)
    Io invece copio!

    RispondiElimina
  6. La Befana mi ha portato un bel po' di datteri, ora so come usarli ;)
    ciao :)

    RispondiElimina
  7. Ma che bello questo cake! non ho mai provato ad utilizzare i datteri in un dolce.. poi imbevuti nel whisky e latte..mmmmh. dev'essere delizioso!! :)

    RispondiElimina
  8. Cara Marina, mio marito dal suo ultimo viaggio in Marocco, oltre ad una splendida Tajine in coccio, mi ha portato una scatolina di datteri al naturale, belli belli attaccati al loro rametto ed io che ho sempre storto il naso quando dovevo mangiarli perché odio l'effetto appiccicatutto, sono rimasta senza parole per la loro bontà! Ne ho ancora una buona quantità così di questi preziosi frutti mielosi voglio proprio approfittare della tua ricetta. Cade proprio a faciuolo! Un grande abbraccio e grazie per le tue parole! Pat

    RispondiElimina
  9. Immagino la bontà di questo dolce, adoro i datteri e immaginarli affondati in un dolce mi intriga molto

    RispondiElimina
  10. Anche io adoro i datteri e da tempo voglio fare un cake... adesso, mi sa, che proverò il tuo!

    RispondiElimina
  11. Questo cake sembra buonissimo, e poi il tocco di wisky dev'essere davvero magico ;)

    RispondiElimina
  12. mi ispira assai! poi col wisky!!!

    RispondiElimina
  13. Sui datteri passo, non mi piacciono (colpa di quelli appiccicosi... forse con quelli naturali potrei ricredermi) la foto però è bellissima...ma come fai ad avere dei colori e una nitidezza così?! Brava, clap clap (applauso)!

    RispondiElimina
  14. ma dai? Pensa che a me i datteri non piacciono forse per colpa dell'appiccicosità ma questa torta me la mangerei in un sol boccone. Risottometto la domanda che ti ha posto Marina (qui sopra) in merito ai colori e alla nitidetta: qual è il tuo segreto? (PS: sarà forse il nome Marina? Anche Marina qui sopra fa delle fotografie da urlo).

    RispondiElimina
  15. Resto sempre incantata davanti alle ricette e alle immagini di questo blog! Ti adoro...

    RispondiElimina
  16. Marina e Roberta
    A parte che le vostre foto non hanno niente da invidiare alle mie, questa in particolare non mi fa impazzire. Primo perché avevo impostato l'ISO a 3200 (per fare un'altra foto) e non l'avevo modificato, quindi è venuta tutta "rumorosa" (guardate i datteri sullo sfondo). L'ho scattata in cucina, la luce della porta finestra arrivava da sud-est, e ho scattato a f2.8 1/125 senza flash e con il 50 mm senza cavalletto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. meno male che ti è venuta male e 'rumorosa' :-) Le tue foto sono sempre belle, solari, limpide, colorate, insomma, di grande effetto. Grazie per i dettagli.

      Elimina
  17. Molto molto particolare! Adoro i datteri, quelli gigantesci e ovviamente questo cake rientra nei miei gusti :-) Felice anno nuovo cara!

    RispondiElimina
  18. è un frutto che uso poco, ma il tuo cake è così invitante che mi tenta non poco.
    complimenti per la foto... sempre stupenda!

    RispondiElimina
  19. Buoni i datteri, l'anno scorso li cacciai in dei muffin e non mi delusero affatto: tenterò questo cake :)
    Ah, l'altro giorno ho preparato la tua vellutata, utilizzando 100% fagiolini: strabuona!
    Baci,

    wenny

    RispondiElimina