16 febbraio 2011

Torta al cioccolato e nocciole con
marmellata di mirtilli rossi
0% farina 100% bontà







































L'avrete notato anche voi. Se la mattina ci si sveglia sapendo che per colazione ci aspetta una fettina di torta o un qualsiasi altro dolce goloso (rigorosamente fatto con le nostre manine), alzarsi è nettamente più facile. La mia sveglia in questo periodo è la moka elettrica, che ogni sera programmo sulle 06:45. Alle 06:50, puntualissimo, esce il caffè, accompagnato dai tre beep che mi svegliano definitivamente. Il profumo del caffè ci mette poco a diffondersi in casa, anche perché il monolocale in cui abitiamo al momento è, per l'appunto, un'unica stanza: camera da letto e cucina sono bene o male la stessa cosa...

Una fetta di torta come questa mi riconcilia con il mondo, col quale di solito sono un po' arrabbiata quando suona la sveglia. Non sarà una torta particolarmente scenografica o fotogenica, né tantomeno ipocalorica, ma il gusto ricco di cioccolato fondente e di nocciola e la consistenza super-morbida ne compensano l'estetica.

La ricetta l'ho presa qui e l'ho personalizzata dopo qualche tentativo. 0% farina e poco zucchero. Adatta ai celiaci e a chi non ama dolci troppo zuccherati. Io l'ho cotta in due stampi da 20 cm, l'ho farcita con marmellata ai mirtilli rossi (fatta dalla mia mamma con i mirtilli raccolti nei boschi della Val di Fiemme) - ma può andare bene anche una marmellata di albicocche, ad esempio - e l'ho coperta con una colata di cioccolato bianco e panna e granella di nocciole.


E visto che è carino condividere una goloseria con gli amici, e visto che questa sera vediamo due amici che qualche settimana fa hanno gradito molto la torta, ho impacchettato un paio di fette da regalargli. Così domani il risveglio sarà più dolce anche per loro.





Torta al cioccolato e nocciole con marmellata di mirtilli rossi

Ingredienti per la torta (2 stampi da 20 cm):
4 uova
70 g. di zucchero
200 g. cioccolato fondente (io al 70%)
140 g. di burro
150 g. di nocciole tritate
1 pizzico di sale
1/2 cucchiaino di lievito

3 cucchiai di marmellata di mirtilli rossi da spalmare tra uno strato e l'altro

Per la copertura
100 g. di cioccolato bianco
5-6 cucchiai di panna
granella di nocciole

Accendere il forno a 180 gradi. Imburrare e infarinare (con farina di riso se destinata a celiaci) due stampi da 20 cm oppure usare due stampi in silicone come ho fatto io senza dover imburrare.
Con le fruste montare le uova con lo zucchero fino a ottenere un composto spumoso. Fondere il cioccolato con il burro a bagnomaria, lasciare intiepidire e versare a filo sul composto di uova, continuando a frullare. Aggiungere le nocciole, il pizzico di sale e infine il lievito. Incorporare bene con un mestolo di legno e poi versare negli stampi e cuocere per 35-40'. Spegnere il forno e lasciare i due stampi all'interno per 5 minuti prima di estrarli. Lasciar raffreddare completamente prima di toglierli dallo stampo.

Scaldare la panna sul fuoco fino a farle sfiorare il bollore. Togliere da fuoco e aggiungere la cioccolata spezzettata. Scioglierla e lasciar intiepidire.

Comporre la torta spalmando la marmellata su un disco e coprendolo con l'altro. Versare la cremina di cioccolato bianco sopra la torta e cospargere di granella.

18 commenti:

  1. svegliarsi col beep beep della moka elettrica è singolare! Una fetta così mi darebbe la carica per 24h!!
    io mi sono accontentata della mia marmellata di arance amare su pane toscano
    Buona giornata

    RispondiElimina
  2. Il pane toscano!!! Quanto mi manca... e chissà che buono con la tua marmellata. Quella di arance amare non l'ho mai fatta. Buona giornata anche a te

    RispondiElimina
  3. Carissima, grazie per il pensiero!
    Se una fetta è andata a Cristina, l'altra è mia!
    Un bacione e buona giornata!

    RispondiElimina
  4. Marinaaaa, adoro anche io poter trovare una bella fetta di dolce autoprodotta la mattina a colazione. Questa torta è davvero attraente e mi piace il tuo pensiero per gli amici. Se fossi più vicina, verrei a bussarti alla porta mendicando un pacchettino! Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  5. Ciao Marina, grazie per essere passata dal mio blog..è un vero piacere conoscerti! Ho letto la tua storia da "vagabonda" e un po' ti capisco, anch'io sono una "fuorisede" (sempre in Italia però!)e l'ultima casa l'ho cambiata a ottobre scorso (e già ne vorrei un'altra...)
    Insomma, ti seguirò con piacere! E direi che questa torta è una dolcissima premessa!
    baci!

    RispondiElimina
  6. bellissime foto! continua così ... in barba alla dieta!!

    RispondiElimina
  7. lamelannurca
    grazie a te:-)

    adriana
    grazie:-) Effettivamente non è una ricetta dietetica, ma ogni tanto bisogna concedersi un po' di dolce. :-)

    RispondiElimina
  8. Ciao Marina, anche nel tuo blog si sta bene, ho dato una sbirciatina e mi piace molto! Ora vado a fare il tuo giro virtuale a Francoforte, intanto ti aggiungo al mio blogroll così nn ci perdiamo di vista! A presto

    RispondiElimina
  9. Ciao Marina... ma dove sei stata fino ad ora?!?!? Il tuo blog è SPETTACOLARE!!!!!!!!!! Ti metto subitissimo nella mia blogroll x seguirti!!!! Volevo ringraziarti per la tua visita e complimentarmi nuovamente per la tua bravura, sia in cucina che con la macchina fotografica! A presto besito!

    RispondiElimina
  10. Dev'essere morbidissima, con la marmellata nell'impasto e senza farina...la proverò!

    RispondiElimina
  11. Acky
    Allora buon tour ;-)

    Kiara
    Ti ringrazio sei molto gentile, ci seguiremo a vicenda allora.

    arabafelice
    Che piacere ricevere un tuo commento, ti seguo sempre! In realtà la marmellata non va nell'impasto ma spalmato tra uno strato e l'altro. Forse ho scritto male le istruzioni... Ora rimedio! A presto, marina

    RispondiElimina
  12. Finalmente un nuovo contest! Farina, lievito e fantasia in collaborazione con Emile Henry ha organizzato uno straordinario contest “Frutta in pentola”, dove la protagonista indiscussa è proprio la frutta, sia fresca che secca. I premi? Beh ti invito a sbirciare nel blog, ti aspetto http://farinalievitoefantasia.blogspot.com/2011/02/contest-frutta-in-pentola.html

    RispondiElimina
  13. capiamoci....senza una buona torta al mattino non ci si alza!!!!1non ci sarebbe lo scopo primario e il carburante!ottima questa torta!

    RispondiElimina
  14. La tua torta è meravigliosa...mi piace molto anche il tuo sito, continuerò a seguirti. Tu mi raccomando passa ancora a trovarmi!
    a presto

    RispondiElimina
  15. Questa me la segno, mi piace l'idea di non usare la farina!
    Toglimi una curiosità, la moka elettrica funziona bene? Perché è un'idea grandiosa! Quando sono a Parigi non ho il gas a disposizione, e se già la cucina elettrica mi rende isterica, immagina il caffè :-P

    RispondiElimina
  16. ma é bellissima questa torta! e chissá che bontá!

    RispondiElimina
  17. Il tuo blog è splendido....e questa torta...anche!!!

    RispondiElimina
  18. E' proprio vero.. quando si ha un buon dolce alla mattina da gustare.. è tutta un altra cosa poi questo deve essere sublime..

    RispondiElimina