24 settembre 2012

Cous cous di farro con verdure, pinoli e pecorino
Spelt cous cous with veggies and pecorino cheese



Qualche mese fa ho ricevuto una mail che per oggetto aveva "Una nuova fan". Ammetto che mi piace un sacco ricevere mail che riguardano il blog e sapere di avere persone che mi leggono e che apprezzano o semplicemente seguono quello che faccio.

La mail mi arrivava da Eva, una ragazza umbra che insieme a un'amica di infanzia ha da poco fondato un'azienda di specialità alimentari. L'azienda si chiama Casale 1485 e produce cereali e legumi prevalentemente tipici della zona di Colfiorito, quindi le famosissime lenticchie, il farro, le cicerchie, la roveja e molti altri prodotti come questi (alcuni come le cicerchie o la roveja non le ho mai assaggiate… né mai viste addirittura). Questi prodotti non si trovano nei supermercati della grande distribuzione (Coop, Esselunga), ma solo nei negozi di specialità alimentari.

Dalla sua prima mail, che commentava il mio post sulle casette degli spiriti in Thailandia, ne è nato uno scambio di e-mail da cui è scaturita l'idea di collaborare insieme. Il progetto di Eva mi piace per tre motivi principali: è un'impresa coraggiosa di questi tempi lanciarsi in una nuova attività commerciale, vado matta per cereali e legumi (eheheeh :-), -  soprattutto se tipici di una zona in particolare e di qualità - e poi perché ha voluto proseguire e rivalutare il lavoro e le conoscenze della sua nonna.

Il logo dell'azienda, infatti, raffigura la nonna di Eva, nonna Luisa, che è ancora viva e segue attentamente le attività, fornendo preziosi consigli sulla lavorazione dei cereali e gustose ricette della tradizione.



Da oggi, troverete sul sito alcune ricette con prodotti Casale1485. Oggi è il turno del prodotto che mi ha incuriosito di più. Il cous cous di farro integrale. Un cous cous dorato, velocissimo da preparare e buonissimo. Molto più leggero di quello di grano. Sarà perché è prodotto da un cereale integrale, però io l'ho trovato molto più digeribile e davvero buono. Teniamo presente che il farro è il cereale in assoluto meno calorico e ricchissimo di fibre. Lo ho proposto anche a mio marito che è in dieta e lo ha gradito tantissimo.





Vi lascio la ricetta che arriva a fine estate per il rotto della cuffia… per la verità è già autunno ma qui da me oggi fa un caldo pazzesco, quindi penso sia ancora valida una ricetta d'estate.


Cous cous di farro estivo con pinoli e pecorino

Ingredienti (per 2 persone):

100 g. di cous cous di farro integrale
120 ml di acqua
1 melanzana
1 piccolo peperone rosso
1 piccolo peperone gialle
2 zucchine piccole
2 cipollotti freschi di Tropea
3 cucchiai di pinoli
3 cucchiai di pecorino romano grattugiato grosso
timo fresco
olio evo


Tagliare i cipollotti a fettine e metterli a rosolare in una padella con dell'olio per qualche minuto. Quindi tagliare i peperoni, la melanzana e le zucchine a pezzetti, dopo averli lavati e mondati, e metterli in padella con i cipollotti. Salare, aggiungere le foglioline di timo e far rosolare finché le verdure sono cotte ma non spappolate. In un padellino tostare i pinoli senza aggiungere olio. Versare in una terrina 2 cucchiai di olio evo e il cous cous di farro, mescolare e aggiungere l'acqua bollente e un pizzico di sale. Coprire e far riposare 2 minuti. Quindi aggiungere ancora 1 cucchiaio di olio e scaldare il tutto in una padella a fuoco lento per 1 minuto, poi sgranare con una forchetta. Unire in una terrina il cous cous con le vedure, mescolare bene, quindi impiattare. Cospargere con dei pinoli, il pecorino grattugiato e decorare con delle foglioline di timo.




12 commenti:

  1. Buono il cous cous d farro, non l'ho mai provato, ma adoro il farro e quindi andrò in cerca in qualche negozietto.

    RispondiElimina
  2. delizioso, non ho mai provato il couscous di farro ma mi attira molto! la tua ricetta è proprio sfiziosa, brava!

    RispondiElimina
  3. mi piace moltissimo! e condivido la tua scelta di collaborare con un'azienda così! brava cara! un abbraccio grandissimo!!

    RispondiElimina
  4. Grazie Marina e complimenti per la ricetta..alla prima occasione la preparerò anche a nonna Luisa e ti farò sapere cosa ne pensa!! :))

    RispondiElimina
  5. Grazie a questo strumento possono nascere oltre che collaborazioni anche amicizie.. lo trovo meraviglios e anche sorprendente :)
    Ottima ricetta :)

    RispondiElimina
  6. Che bellissimi colori il tuo cous cous :) Oltre che l'acquolina mette anche allegria. Quello di farro è buonissimo, mi piace molto di più del classico di frumento. Un bacio, buona giornata

    RispondiElimina
  7. Che meraviglia il tuo blog e la ricetta. Ti seguo con piacere.Se ti va passa trovarmi.A presto.www.dolciarmonie.blogspot.it

    RispondiElimina
  8. Brava Marina, è la stessa iniziativa che ho avviato io con il contest sui talenti quando ho conosciuto Girodolio e Biolidoro. Mi guarderò sicuramente il progetto di Eva e per quanto riguarda il cous cous ormai lo mangio di tutti i tipi (orzo, farro, grano, 5 cereali....). Io lo cucino spesso con pesto, pinoli e pomodorini.
    un abbraccio

    RispondiElimina
  9. cous cous di farro ... solo il nome mi ispira tantissimo! E in questa giornata grigia di città questo piatto dà davvero un tocco di allegria :)

    RispondiElimina
  10. Mi piacciono queste aziende che puntano sulla qualità del prodotto anche se questo è faticoso, visto i tempi duri che si prospettano davvero un'azienda coraggiosa. Conosco questi prodotti e sto provando ad inserirli nella mia alimentazione la roveja prima era anche a me sconosciuta. Un cous cous dai toni caldi anche se è un piatto estivo da provare!

    RispondiElimina