9 gennaio 2013

Tiramisu breton au caramel au beurre salé
Tiramisu breton au caramel au beurre salé



In totale controtendenza - visto che in questi giorni le parole più gettonate sono "dieta", "detox", "ho-mangiato-troppo-panettone" e "adesso-però-basta-coi-bagordi-a-tavola" - propongo come prima ricetta del 2013 una bomba calorica che è un attentato alla glicemia. Una ricetta che in realtà ho fatto a dicembre, per festeggiare i 2 anni del blog, ma può adattarsi bene anche per accogliere come si deve l'anno nuovo. Come lo avete iniziato? Spero alla grande!

Dal canto mio ho iniziato l'anno con un sacco di buoni propositi, quindi le premesse ci sono! Ma veniamo al tiramisù che parla un po' francese, che fa tanto alta cucina... LOL... (anzi, spero di aver scritto correttamente). Questa ricetta è la famosa ricetta che avevo adocchiato un paio di anni fa e che non mi è mai uscita dalla testa. La crema di mascarpone però l'ho fatta a modo mio (o meglio, ho seguito la ricetta di Montersino), cioè pastorizzando le uova, così si evita di mangiare le uova crude, che non è mai una cosa raccomandabile.

Io consiglio di usare poco caramello nel comporre il tiramisù, perché altrimenti diventa davvero dolcissimo. Eventualmente si può sostituire il caramello con il classico caffè amaro, e si taglia la testa al toro. La crema così com'è la userò di sicuro per fare altri dolci, è semplicemente fantastica.



Tiramisu breton au caramel au beurre salé

Ingredienti (per 6 bicchieri):

12 biscotti palet breton
caramello al burro salato
crema di mascarpone

per il caramello al burro salato:
250 g. di zucchero semolato
80 ml di acqua
100 g. di burro salato
80 g. di panna fresca

per la crema di mascarpone:
3 tuorli
1/2 stecca di vaniglia
170 g. di zucchero semolato
50 g. di acqua
250 g. di mascarpone

Preparare il caramello facendo sciogliere zucchero e acqua in una padella antiaderente, quindi aggiungere il burro e mescolare. Mescolare continuamente facendo cuocere a fuoco dolce per 10 minuti, fino ad ottenere una salsa color caramello. Spegnere il fuoco e aggiungere la panna bollente (facendo attenzione ad eventuali schizzi bollenti, il caramello è super-incandescente) mescolando bene. Lasciar raffreddare, mescolando di tanto in tanto. Preparare la crema di mascarpone, montando i tuorli per 3 minuti con i semini della stecca di vaniglia in una planetaria. Nel frattempo mettere zucchero e acqua in un pentolino, mescolare e portare a bollore. Continuare a cuocere  e con un termometro da cucina, rilevare la temperatura dello sciroppo. Quando arriva a 121 gradi, togliere dal fuoco e versare a filo sui tuorli semi-montati, continuando ad azionare la frusta della planetaria per diversi minuti, finché il composto non si sarà raffreddato del tutto. Amalgamare un po' alla volta il composto di uova al mascarpone, mescolando dal basso verso l'alto con una spatola. Conservare in frigorifero.

Per comporre il tiramisù, mettere in un bicchiere mezzo cucchiaio di caramello, quindi spezzettare un biscotto, coprire con un po' di crema di mascarpone e fare un secondo strato. Mettere in frigorifero per almeno 3-4 ore.




25 commenti:

  1. Eadessoperòbastacoibagordiatavola!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Soprattutto, basta con 'ste foto che fanno prendere due kg solo a guardale:-))) Brava Marina e buon anno!

    RispondiElimina
  2. Adoro il caramello salato! Comunque concordo con Francesca, con queste foto si ingrassa! :P

    RispondiElimina
  3. Non ci credo ! Anche io postato bicchierini :-))
    Ma questi breton li voglio provare. Un bacione grande marina e a presto!

    RispondiElimina
  4. Vedere e avere l'acquolina in bocca è tutt'uno...

    RispondiElimina
  5. Io a Natale sono stata male, quindi al bando le diete, ti rubo un bicchierino!!!
    Davvero super goloso!
    ALice

    RispondiElimina
  6. che delizia...fanno sbavare sulla tastiera, devono essere da urlo!

    RispondiElimina
  7. Francese, caramello salato e mascarpone... Se volevi farmi perdere la testa ci sei riuscita ;) Un abbraccio e buon anno

    RispondiElimina
  8. tranquilla cara proponi pure queste ricette goduriose che a quelle light ci pensa il mio blog.....e poi mica si deve fare dieta a vita no? Ogni tanto mi ci andrebbe un tiramisù come questo specie nelle giornate storte....baci cara !

    RispondiElimina
  9. Sarà anche un bomba calorica, ma è di una golosità pazzesca!! :)
    Buon anno e un bacione!

    RispondiElimina
  10. Adoro la cucina bretone.
    Non aggiungo altro ^_*
    ah, sì: abbasso le diete, evviva le ricette ipercaloriche!!!!

    RispondiElimina
  11. ahahahah, mi è venuto da sorridere perchè il titolo è scritto su due righe identiche uguali (nel senso che non c'è una sola parola tradotta da tanto che è 'straniera' questa ricetta).
    Perà mi incuriosisce e apprezzo la pastorizzazione delle uova. Brava! (PS: tra l'altro al corso di pasticceria ci hanno insegnato che lo zucchero e l'acqua non vanno toccati quando sono sul fuoco perchè si sciolgono da soli).
    buona giornata mia cara Mari

    RispondiElimina
  12. Ecco, sono contenta che anche tu non sei in periodo detox! ;)

    RispondiElimina
  13. Ma questa è una visione *_*
    Fra la crema, la salsa e i biscotti che hai usato, non so quale sia la componente più golosa.
    Visto che ci siamo dati ai francesismi... mica cotica!
    Un bacio grande.

    RispondiElimina
  14. Ci si può fare il bagno in quella crema? No perchè io sarei interessata :P

    RispondiElimina
  15. ricetta stupenda che fame!

    nel mio blog ho dato il via ad una nuova rubrica, se ti va di passare e lasciare una tua riflessione mi farebbe molto piacere.

    http://internationalfoodbyelena.blogspot.it/2013/01/rubrica-saperi-gastronomici-storia-del.html

    RispondiElimina
  16. ATTENTATO veramente!!! ahahhaha Ma quanto è buono è?!?! Wow! Mi ci butto lo stesso nonostante gli stravizi :-) Bacioni e buon we!

    RispondiElimina
  17. uao. il caramello al burro salato DEVE essere mio. alla faccia della dieta, alla prima occasione utile mi ricorderò di te e di questa ricetta. dev'essere una bontà. il mio inizio 2013 è andato alla grande, davvero. pensa, ho pure ricominciato a fare yoga (uno dei buoni propositi dell'anno). e ora davanti a me c'è un asse da stiro che mi fa l'occhiolino... che dici, mi alzo dal divano e vado a fare la brava? un bacino, e buon anno! sere

    RispondiElimina
  18. Certo! E' perfetta! Sai i sensi di colpa del 6 gennaio quante calorie avranno consumato? E lo stress del 7, a riprendere il lavoro!?!
    E' giunto il momento di concedersi un premio! E pensa la dimensione del mio, che leggo solo oggi 15 gennaio????
    Grazie! grazie! grazie!!
    ;)

    RispondiElimina
  19. Standig ovation.
    Se l'intento era quello di far crollare ogni buon proposito, allora è fatta.
    Bravissima.

    RispondiElimina
  20. complimenti questo tiramisù è memorabile....brava marina! come stai? felice anno nuovo! E' da un po' che non ti sento...

    RispondiElimina
  21. Un attentato sì, ma io non resisto! Una cosa simile la facciamo anche noi, ma devo dirti che così nel bicchiere è chiccosissimo e mooolto invitante!
    A presto cara:*

    RispondiElimina
  22. oh mamma mia che meraviglia!!!

    complimenti non solo per questo capolavoro di tiramisu ma soprattutto per il blog.
    Mi sono aggiunta agli amici di QCne cosí non mi perdo neanche un post!

    ciao

    maia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Maia, grazie, benvenuta su QCne! :-)

      Elimina