15 dicembre 2011

Ciambellone marmorizzato
Marmorkuchen




Se c'è una cosa che i tedeschi amano fare sono i dolci. Hanno una passione sfrenata per le torte - che devono essere sicuramente scenografiche, rigorosamente alte (minimo-minimo due strati), strapiene di panna e burrose nell'impasto al punto giusto. Per dire... la banalissima crostata in Germania non va molto in voga: così bassa, rustica, secca…
Del resto, si sa, paese che vai, tradizioni culinarie che trovi.

Ammetto che i dolci tedeschi per me sono troppo, troppo di tutto. La fetta standard di torta che ordini in Germania per accompagnare un tè pomeridiano peserà mezzo chilo… Non fa per me, le trovo troppo stucchevoli, preferisco dosi più umane e ingredienti meno pesanti, come torte di noci, carote, ecc…

Però devo ammetterlo, ci sono alcune ricette di torte tedesche (alte e burrose) che sono la fine del mondo. Come questa, che si chiama originariamente Marmorkuchen, torta marmorizzata. Certo, se uno si ferma ad analizzare gli ingredienti, a fare un calcolo approssimativo delle calorie medie per fetta, gli passa la voglia… Ma diciamolo, per rendere buona una torta determinati ingredienti ci vogliono!

Nell'ultima mia incursione in territorio teutonico ho comprato una rivista di cucina, Lust auf Genuss, che questo mese contiene ricette solo a base di di cioccolato e caffè. Un tripudio di ricette da leccarsi i baffi. Sorvolando sul ketchup con cacao e sulle linguine con sugo di pomodoro e cioccolata (che penso non proverò ;-), mi sono fatta rapire da questo ciambellone, che può essere fatto anche in altri stampi da torta (per esempio da Gugelhupf). Il suo sapore e la sua consistenza mi hanno conquistata. Perfetto per colazione o servito con un tè o accompagnato da una golosa salsa di cioccolato.



Ciambellone marmorizzato

Ingredienti (per uno stampo da ciambella di 24 cm):
300 g. di burro morbido
300 g. di zucchero semolato
1 pizzico di sale
6 uova medie a temperatura ambiente
300 g. di farina 00
3 cucchiaini di lievito per dolci vanigliato
1/2 bicchierino di rum
50 g. di cacao
100 ml di latte

Imburrare lo stampo scelto. Montare il burro, zucchero e sale per 5 minuti.  Accendere il forno a 180 gradi statico (160 ventilato). Aggiungere un uovo alla volta sempre montando con le fruste, inserendo il secondo dopo che il primo è stato ben amalgamato e così via. Aggiungere il rum. Setacciare farina e lievito e incorporarla al composto aiutandosi con le fruste. Mettere da parte 1/3 dell'impasto. Mescolare il cacao con il latte fino ad ottenere un composto liscio e omogeneo. Aggiungerlo ai 2/3 dell'impasto e versarlo nello stampo, quindi versarvi sopra l'impasto chiaro. Con una forchetta creare l'effetto marmorizzato a piacere. Infornare e cuocere per 50 minuti.

Lasciar raffreddare e servire a fette così com'è oppure con una salsa al cioccolato fatta mescolando 80 g. di cioccolato al latte e 80 g. di cioccolato fondente spezzettati con 240 g. di panna fatta bollire con 50 g. di zucchero. Aggiungere 80 g. di burro e lasciarla raffreddare.




11 commenti:

  1. Cara Marina, ne so qualcosa. La mia prima volta in Germania, avevo 17 anni ospite di una famiglia di Heidelberg, fui condotta in Palatinato per un pomeriggio piacevole tra vigne e all'ora del te mi portarono in un caffè dove mi schiaffarono una fetta di Foresta nera con palatone di panna da rimanerci secca. Non è che mi sono fatta pregare da golosa che sono, ma decisamente preferisco i dolci austriaci o francesi se devo farmi del male per bene! la ciambella marmorizzata è il mio sogno della colazione. La tua sembra cosi umidina ed invitante che adesso ci starebbe proprio bene! Un abbraccio, Pat

    RispondiElimina
  2. Non conosco molto i dolci tedeschi... pensavo che solo gli americani potessero fare cose così esagerate, a quante pare non sono i soli!

    Una fetta di questo ciambellone lo puccerei volentieri nel tazzone di latte!

    RispondiElimina
  3. mamma mia è stupendo! complimenti!

    RispondiElimina
  4. Ma quanto è bello e perfetto questo ciambellone!!

    RispondiElimina
  5. Quanto mi piacciono queste incursioni!!:)

    RispondiElimina
  6. Come hai ragione sui dolci tedeschi!! Però devo dire che in Germania ho mangiato delle cheesecacke buonissime! Certo di solito tendevo sempre anche io ad evitare le torte con 3 strati e panna multipla!!Questo ciambellone è una vera tentazione, buonissimo!!

    RispondiElimina
  7. SPETTACOLARE!!!io mi sono buttata sulla LINZER invece....

    RispondiElimina
  8. Ma lo sai che più di 30 anni fa mia mamma mi cucinava questa torta senza mai essere stata in Germania??!! La torta è buonissima ed un un ricordo della mia infanzia. Quindi apprezzo doppiamente questo post (bellissimo come sempre).

    RispondiElimina
  9. Squisito il tuo ciambellone, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  10. Passo per avvertirti, che la Community di Cucina Italiana ha prodotto un Calendario 2012 in pdf ed un relativo librino pdf legati all'iniziativa di raccolta fondi di Patrizia per i bambini di Rocchetta di Vara alluvionati il 25 ottobre. Sono pronti. Puoi aiutarci a fare il passaparola scrivendo un post e parlandone ai tuoi amici non bloggers?
    Tutti i particolari sono sul mio blog nel post:
    La Community di Cucina Italiana per Rocchetta di Vara

    RispondiElimina
  11. Aspetta.. mi sto ancora riprendendo dalla lettura dai 300 grammi di burro... che botta! non c'è che dire, dev'essere assolutamente deliziosa.. la consistenza che si indovina dalla foto è quella ben conosciuta dei dolci tedeschi, compatta ma morbidosa. che buona!

    RispondiElimina